Special prices for Erasmus Students.

ilcentro-el-flyer_900600.jpg

Discover how is amazing our learning method.

Established in 1986 Il Centro-Italian School for Foreigners has 30 years of experience in fostering the Italian language as well as the interpersonal and cultural exchanges. We offer a wide range of Italian courses in Milan that comprises group class as well as individual classes at every level and tailor-made solutions for technical language needs.

 

Milan is fantastic.

Milan is a vibrant city known worldwide as one of the main fashion capitals. With its excellent social and cultural life, Milan is an important center for Italian culture…

Continua a leggere

L’italiano cucinando

 

mousse_italiano_cucinaMousse di albicocche e meringhe. Coniugate i verbi tra parentesi all’imperativo seconda persona singolare o plurale.

(Lavare) __Lava/Lavate__ le albicocche, (snocciolarle) _________ , (tagliarle) _________ a metà e (frullarle) _________con 50gr di zucchero e il liquore all’amaretto.

 

Clicca qui per continuare l’esercizio…

Out and about in Milan

Established in 1986, our School has been teaching Italian to Foreign students for over 30 years. We have taught students from all around the world and so we know their different requirements and understand the challenges they face in a city like Milan.

In addition to our standard courses, we were quick off the mark in developing tailored-made courses which would enable our students to discover Italian day to day life and culture.

What better way to discover Milan than to be accompanied by people that know the city. Our teachers therefore go with our students, just as friends would do, on a discovery of Milan.

We have developed a package of courses based around 3 key parts: Italian language, culture and food. With us in town, our students can discover and experience the real Milanese lifestyle.

 

download (1)

Milan Design Tour

Triennale – Studio museo Achille Castiglioni

Galleria Kartell – Galleria Campari…

and other famous design houses…

 

For more information, click here

 

 

Come scegliere un buon gelato!

gelato art

Cremosità, colore, sapore: ecco i nostri segreti per assaggiare e giudicare un gelato artigianale.

Per i palati non allenati, valutare se un gelato sia buono o meno significa essenzialmente capire se il prodotto incontra il proprio personalissimo gusto oppure no.

Iniziamo dalle tecniche di degustazione, quando si degusta un gelato, dovete tenere presenti alcuni criteri fondamentali:

1) Congruenza del colore con il gusto che si sta per assaggiare: ciò significa che il colore del gelato non deve risultare dissimile o incongruente rispetto al gusto dichiarato.

2) Percezione del sapore corretto: riguarda la facilità o meno con cui si identifica e si percepisce ogni diverso sapore facente parte del gruppo, ma anche l’equilibrio degli aromi

3) Il corretto livello di dolcezza: beh, naturalmente un gelato deve essere dolce ma non eccessivamente!

4) La giusta cremosità: un buon gelato deve dare al palato una sensazione di cremosità, ma non di untuosità eccessiva né di pesantezza in bocca.

5) Sensazione di “freddo” : avete presente quando addentate un gelato e dopo qualche secondo le tempie fanno un male cane? Bene: in un buon gelato la sensazione di freddo al palato non dovrebbe mai essere eccessiva

6) Permanenza del sapore: come nel vino, il sapore del gelato deve poter rimanere in bocca per qualche istante dopo che si è deglutito. Se il sapore sparisce subito, o se resta troppo a lungo e non se ne va più via, non è un buon segno!

Vi aspettiamo a scuola per la nostra degustazione di gelati giovedì 18! Non perdete questa dolcissima attività!

 

Corsi combinati di lingua e cucina italiana con lo Chef.

italiano_chef (1).jpg

 

Grazie a questo nuovo progetto avrai la possibilità di migliorare il tuo italiano e cucinare con gli chef più importanti della cucina italiana ad un prezzo davvero unico ed interessante. Questi sono alcuni degli chef che collaborano regolarmente con la nostra scuola… Continua a leggere

Le opinioni dei nostri studenti

io amo

 

Clicca qui per sapere cosa dicono di noi i nostri studenti….il miglior biglietto da visita che ci sia!

Perché si festeggia il Ferragosto?

Ferragosto.jpg

La festa ha origini che affondano nella storia dell’Antica Roma, che si sono poi intrecciate con la tradizione cattolica.

 Il nome deriva dal latino feriae Augusti (riposo di Augusto), in onore di Ottaviano Augusto, primo imperatore romano, da cui prende il nome il mese di agosto.   Era un periodo di riposo e di festeggiamenti istituito dall’imperatore stesso nel 18 a. C., che traeva origine dalla tradizione dei Consualia, feste che celebravano la fine dei lavori agricoli, dedicate a Conso che, nella religione romana, era il dio della terra e della fertilità.

Nell’Impero venivano organizzate feste e corse di cavalli: gli animali inutilizzati per i lavori nei campi, venivano adornati di fiori. Era anche usanza che, in questi giorni, i contadini facessero gli auguri ai proprietari dei terreni, ricevendo in cambio una mancia.

Anticamente era celebrata il 1 agosto. Ma i giorni di riposo erano in effetti molti di più: anche tutto il mese, con il giorno 13, in particolare, dedicato alla dea Diana.

DA FESTA PAGANA DIVENTA FESTA CATTOLICA. Intorno al VII secolo, si iniziò a celebrare l’Assunzione di Maria, festività che fu fissata il 15 agosto.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 25 follower