La notte dei musei

Immagine
La vita frenetica, il lavoro e i tanti impegni non danno la possibilità di andare a vedere un museo di giorno? Ecco la soluzione: sabato 17 maggio c’è la possibilità di andarci di notte!

Proprio il prossimo sabato ci sarà una nuova edizione de “La notte dei Musei”, un’iniziativa che coinvolge tutte le città d’Europa e che, anche in Italia, ha visto l’adesione di tantissimi siti archeologici e museali in grandi e piccole città. Naturalmente, anche Milano e altre città lombarde parteciperanno, con l’apertura notturna di siti artistici, che si potranno visitare gratuitamente, e con eventi, spettacoli, conferenze dedicate al mondo museale.

“La Notte dei Musei” prevede l’apertura straordinaria dei luoghi d’arte dalle ore 22:00 alle ore 2:00, per dare l’opportunità di visitare i musei della propria città a chi, di solito, non ha la possibilità di andare durante gli orari di apertura canonici.

L’iniziativa europea, che raccoglie ogni anno sempre più consensi, si colloca all’interno dell’International Museum Day, “un importantissimo appuntamento di condivisione internazionale dei valori fondamentali del museo”.

Ci aspetta, dunque, un weekend alternativo all’insegna dell’arte e della cultura. Amsterdam, Berlino, Parigi, Roma, Milano e tante altre città trasformeranno la movida del sabato sera in un’affascinante gita turistica notturna, per scoprire o riscoprire i musei presenti in città.

A Milano, l’appuntamento è al Museo del Duomo: per la prima volta dalla sua apertura, sarà possibile visitare le opere contenute al suo interno in notturna, dato che ha aderito a questa iniziativa europea. Ancora scarse le notizie, invece, sugli altri musei milanesi: il sito ufficiale dell’evento è in continuo aggiornamento, arriveranno presto altri siti museali aperti.

Appena fuori Milano, invece, sono tanti i comuni che hanno annunciato la loro partecipazione a “la Notte dei Musei”: per esempio il Museo Campari di Sesto San Giovanni, che ha organizzato visite guidate gratuite e la possibilità di visitare questo grande museo di arte contemporanea, ricco di opere interattive.

A Pavia, invece, sarà possibile una visita al planetario, presso il Museo per la Storia dell’Università, oppure andare alla scoperta dei bachi da seta (vivi), al Museo di Storia Naturale.

Infine, associando una gita fuori porta alla visita dei musei in notturna, è possibile andare a Como e ammirare le opere della Pinacoteca Civica e del Museo Archeologico.

Annunci

Messo il tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: