Eventi a Milano

AL MUSEO DI STORIA NATURALE LA TERRA VISTA DAL CIELO

Yann Arthur Bertrand è un fotografo naturalista francese che nel 1994 con il patrocinio dell’UNESCO ha dato il via al progetto“La Terra vista dal Cielo” mappando attraverso fotografie aeree i più bei paesaggi del Mondo. Testimoniare la bellezza del Mondo e tentare di proteggere la Terra; questo il motto riferito al progetto che è diventato una mostra fotografica esibita in oltre 110 città, e nel 2009 anche un film sullo stato di salute del nostro Pianeta dal titolo HOME.

terra vista dal cielo

La mostra, che già da qualche mese è in programma al museo Civico di Storia Naturale di via Palestro e promossa dal comune di Milano in collaborazione conSilvana Editoriale e Associazione Forte di Bard, si potrà visitare ancora fino al 12 ottobre.

Come già accennato si tratta di fotografie di paesaggi del pianeta Terra scattate con una Canon professionale da un elicottero tra i 30 ed i 3.000 mt di altitudine. La morfologia del territorio e gli elementi naturali che lo caratterizzano fanno sì che certe fotografie sembrino quadri surrealisti con pennellate di colore accese.

Ne è un esempio la foto di una sorgente d’acqua calda del parco naturale diYellowstone negli Stati Uniti, nella quale le colorazioni di verde ed azzurro dovute alla presenza di archeobatteri in essa ne fanno un’opera d’arte. Un’altra foto molto famosa è l’occhio delle Maldive.

L’atollo di Malé nord, nelle isole dell’Oceano Indiano, visto dall’alto difatti sembra un occhio con l’iride azzurro-bianca del mare più basso dove vi è la barriera corallina e la pupilla blu scura. Molte immagini sono seguite da didascalie che raccontano di un incondizionato sfruttamento del territorio e delle sue risorse, come immagini di monocolture che si estendono per chilometri e hanno sostituito le varietà di colture selezionate nei millenni dalla natura; per far spazio ad esse negli anni sempre più ettari di foreste vengono bruciate.

Altre immagini mostrano l’antropizzazione del territorio e di come l’uomo si sia insediato anche negli ambienti più ostili. Immagini di palafitte, grandi conurbazioni e villaggi nel deserto rendono bene l’idea di come nel corso del tempo l’uomo sia stato in grado di spingersi oltre e attraverso la sua evoluzione abbia potuto conquistare territori sconosciuti e stabilizzarsi in aree geografiche molto diverse tra loro. Guerre e soprattutto negli ultimi anni eventi catastrofici naturali di larga scala come siccità, terremoti ed alluvioni hanno creato e creano sempre maggiori fenomeni migratori di cui non ce ne rendiamo conto.

Nel documentario Home, che è video proiettato in una sala adiacente alla mostra, è spiegato molto bene di come l’essere umano nel corso degli ultimi 50 anni sia stato in grado di modificare l’ambiente come mai era successo nell’arco dei 200.000 anni dalla sua comparsa sul pianeta Terra. Serve una coscienza ambientale di larga scala per far si che le modifiche da noi apportate sull’ambiente ed il territorio non creino danni irreversibili e portino alla nostra rovina. Su questo punto stiamo ancora facendo poco e vedere questa mostra potrebbe aprire gli occhi a molta gente.

—————————

La Terra vista dal cielo

Museo Civico di Storia Naturale
Corso Venezia, 55 – MM1 Palestro
Orari 
lunedì chiuso
da martedì a domenica: 9.30 – 19.30
(la biglietteria chiude un’ora prima)
Biglietti 
Intero: 8 Euro
Ridotto: 5 Euro
Ridotto speciale: 4 Euro
Ridotto famiglia (uno o due adulti + bambini dai 6 ai 14
anni): adulto 7,00 Euro – bambino 4,00 Euro – minori di 6 anni
gratis
Annunci

Messo il tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: