MILANO MODA DONNA…

moda primavera estate2015

Gonne longuette, vita alta, casacche oversize, pantaloni comodi, fiori, geometrie e denim rivisitato: questi i “must have” della prossima stagione.

Gli intramontabili jeans hanno nuove proporzioni, a mezza strada tra gli anni 70 e i nostri giorni: la vita è alta, il colore “dark wash denim”, insomma ricercatamente scuro, la linea skinny è portabile con calzature sportive per una mise informale, oppure in versione elegante con tacchi e top, preferibilmente corto; la linea a zampa si sceglie per un effetto “vintage”, da figlia dei fiori. La “tela jeans”viene impiegata anche per tailleur pantaloni, blazer, camice con ruches e shorts, diventando un vero e proprio stile di vita, con un total look adatto a tutte le ore della giornata e a tutte le occasioni, compresi gli appuntamenti di lavoro, se si sceglie una versione in bianco.

Ma diamo un’occhiata al resto del guardaroba, così come viene proposto dalle nuove collezioni primavera-estate.

Grande spazio viene dato alle stampe con fiori giganti, righe, disegni geometrici e fantasie etniche. Per le tinte unite, intramontabili il tutto bianco, il nero totale, il bianco ghiaccio ed il beige in ogni  sua sfumatura; classici i colori pastello, il “blu carta da zucchero”, la calda tonalità “mandorla tostata”; attualissima una reinterpretazione dell’arancio; colore dell’anno il “marsala”; per le giovanissime che vogliano esagerare, il fluo, l’elettrico e il multicolor sono la frontiera della nuova tendenza.

Le forme sono comode (spesso manifestamente oversize), all’insegna di una grande praticità, oppure asimmetriche: evidenziano raffinatezza, massima cura delle rifiniture e soprattutto dei dettagli, come ad esempio i bottoni di qualità, gli inserti e i ricami pregiati. Il punto vita è messo in evidenza.

La lunghezza delle gonne tende ad allungarsi fino al polpaccio o anche più giù,ma resiste anche la versione corta e sbarazzina per le giovanissime.

Jeans a parte, i pantaloni, sia nella linea sciolta/svasata, sia nei modelli con fondo più ristretto, privilegiano un’immagine morbida, e la loro lunghezza può variare di molto, spostandosi dalla zona subito sottostante al polpaccio fino a sfiorare il pavimento.

Pure la lunghezza delle giacche, a seconda dei modelli, sale o scende,  anche in rapporto all’ampiezza della gonna, mentre i soprabiti, partendo dalle medie lunghezze, possono arrivare fin quasi alla caviglia.

Lo stile maschile, giacca e pantalone, si conferma nelle sue versioni più rigorose, abbinato con le più classiche decolté o con scarpe stringate.

Fra i capi top della prossima estate non potranno poi mancare le “jumpsuit” , le tute leggere dal tono elegante, e, per la sera, gli abiti di organza e di chiffon – meglio se monospalla e lunghi fino a terra – impreziositi da ricami luccicanti come gioielli, in un gioco altalenante di vedo/non vedo dalle trasparenze strategiche.

Le novità in fatto di tessuti riguardano il traforato (anche quello ad effetto-rete), l’ecopelle, molto utilizzata per giubbini ed inserti, e il camoscio, ideale per gli accessori, ma riscoperto anche per realizzare abiti stile squaw con frange per le ragazze, o tute e tailleur per le clienti chic dalle preferenze più tradizionali.

Ed allora, come vestirsi per la prossima stagione? Ce n’è davvero per tutti i gusti e, volendo azzardare un po’, le figlie ogni tanto potranno tirar fuori dal baule qualche capo vintage della mamma, magari in pizzo o in seta, per riadattarlo ed abbinarlo in maniera spiritosa con qualcosa di nuovo. Perché no?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: