Archivio mensile:aprile 2016

May, 1st: The Expo rebirth

maxresdefault.jpg

The Tree of Life is coming back to the Expo…

It’s been exactly one year after the event that for six months has meant that Milan had the world’s eyes focused on the Expo.

Expo 2015

On May Day 2015, they turned on the lights of the Tree of Life and was thus kicked off the World Exposition.

As we all know, for the occasion, it was built a new and spacious exhibition center in the city of Rho, which for a whole semester was trampled by over 21 million people from every point of the globe.

October 31, 2015, the last day of the event, the spotlight went off, slowly everything is back to normal and the word “Expo” is no longer been mentioned, although until a few days before it was about pivotal in conversations among friends and acquaintances.

Many have criticized the decision to erect a huge and brand new area dedicated to the event. The question that everyone is posed was: “And now, what will become of the Expo site? What will happen once all the pavilions will be dismantled and returned to his country? “

The Expo rebirth

Finally begin to arrive on the answers of the Expo destiny. It starts Sunday, May 1, exactly one year after the first lighting of the Tree of Life that will shine again and to make a spectacle to the audience. Afterwards, at 19:30, seventy members of the orchestra of the Accademia della Scala musicians will perform in front of 500 guests, including the establishment figures and representatives from around the world.

At the end of the concert he will be proclaimed the winner of the contest “Name the former Expo area”, for which 12 to 25 April received more than seven hundred proposals.

From May to September, from Friday to Sunday, from 15 to 23, there are shows and attractions that will entertain young and old. The entrance will be free and will be created spaces to practice the most varied sports; There will be an open air theater with more than two thousand seats.

Giant screens will be set up to allow the public to enjoy the show of the Europeans and the Olympics in the open, all together.

There will be exhibitions, street food, cultural and sports events for young and old, for all tastes. The Milanese summer will be sanctioned by the Expo this year, although in a completely different and renewed.

Annunci

Visita al Cimitero Monumentale tra arte e cultura

800px-Cimitero_monumentale_(famedio).JPG

Dalla costruzione ai giorni nostri, potrete conoscere le vicende che hanno interessato questo luogo di Milano: l’interno del Famedio, con le sue sepolture illustri, tra cui spicca il grande cantore di Milano, Alessandro Manzoni.

Il Cimitero Monumentale di Milano ospita una gamma infinita di esempi d’arte funebre: un vero e proprio libro aperto sui grandi cambiamenti vissuti tra la metà dell’Ottocento e la metà del Novecento dalla società milanese ed anche italiana.

La visita al Cimitero Monumentale di Milano è ripercorrere gli aspetti salienti della cultura del tempo rivelata dalle sepolture: dalla letteratura romantica di Foscolo e Leopardi alla musica di Verdi e Toscanini, dall’arte di Wildt e Lucio Fontana alle scoperte scientifiche di Darwin e Gorini, dall’archeologiaall’industria e dall’editoria al cinema.

Non è come  sfogliare un grande album fotografico?  Un album che cristallizza la storia dei secoli passati e la rende tangibile attraverso la straordinaria fantasia artistica dei monumenti funebri.

 

 

 

Expo is coming back!

images (2)

In Milan reopens the Expo and will be free!

From May 27 the area returns to be populated: the former Expo becomes a park with exhibitions, sports and street food

The Milan Expo reopens its doors with soccer fields, basketball etc. where to open-air sports. There will be the Triennial exhibitions dedicated to design housed in the former supermarket of the future and the former auditorium, a planetary garden with 150 species of fruit and vegetables grown and sold in a market at zero kilometers. And then, giant screens in the outdoor theater to see the gods matches Euro 2016, the Olympics in Rio, and the Champions League final on 28 May.

It will be reopened Palazzo Italy with a new exhibit and will be turned back on the Tree of Life with a new show. The Cardo, one of two avenues along which developed the pavilions of Expo 2015, will become the temple of street food.
And ‘This is the plan that will give new life to a portion of the former exhibition site, well 130 thousand square meters of space which reopen its doors from May 27 for at least four months, if not until mid-October, weather permitting.

The new Expo will be open only on weekends, from Friday to Sunday, times should be from 15 to 23, but is yet to be determined. An exemption will be granted from 10 June to 10 July, when will the European football championships and the gates will open wide every time there’s a game to be transmitted on giant screens mounted in the outdoor theater. every Saturday of June there will be shows organized by the corps de ballet of La Scala in Milan.
Google Traduttore per il Business:Translator ToolkitTraduttore di siti webStrumento a supporto dell’export

Brera Design District 2016

download (1)

Brera Design District ospiterà l’edizione 2016: 152 eventi,  progetti speciali e iniziative culturali. Quest’anno sono ambasciatori di Brera Design District Chiara Luzzana con il progetto “The Sound of City”, Matteo Thun e Dimore Studio con i designer Emiliano Salci e Britt MorAn.

Il tema di questa edizione  sarà “Progettare è Ascoltare”: l’idea nasce da un confronto con l’artista Chiara Luzzana e con Paolo Ferrarini  individuando l’ascolto come metafora, come principio alla base dell’atto creativo e progettuale.

La notte bianca del quartiere, la Brera Design Night è in programma per  venerdì 15 aprile con l’apertura prolungata degli showroom e una serie di eventi speciali che animeranno il distretto.

I protagonisti della serata saranno:

space&interiors @ The Mall Porta Nuova, nuova importante location all’interno dell’area Brera Extra di Brera Design District è un evento organizzato da MADE Eventi società di FederlegnoArredo. The Mall Porta Nuova – Porta Nuova Varesine – piazza Lina Bo Bardi 1

Innovation for life. La persona al centro del progetto Valcucine: nuove versioni della collezione più recente Genius Loci, oltre a diverse finiture inedite. Valcucine Milano Brera – corso G. Garibaldi 99

Fenix NTM by Arpa Industriale: Iconic Re-naissance Design reinterpreta, all’interno del loggiato della Pinacoteca di Brera, una selezione di “icone” del design attraverso un percorso narrativo di progetti senza tempo. Pinacoteca di Brera – Loggiato piano superiore – via Brera 28

Florim con il rilancio del marchio CEDIT sinonimo di creatività, eleganza e ricerca estetica. Forobuonaparte14/N – Foro Buonaparte 14/N

Novità a Brera

Brera Design Apartment: un nuovo modo di pensare lo showroom. Uno spazio intimo e privato in uno dei cortili più rappresentativi del distretto del design di Brera, tra via Palermo 1 e via Solferino 11. 100 mq, 4 volumi con finiture d’epoca disegnano un classico interno milanese capace di accogliere eventi, incontri, esposizioni selezionate o prodotte da Brera Design District in luogo esclusivo che racconta un modo diverso di presentare e comunicare il design.

 

Cucinare coi fiori…

hd650x433_wm.jpg

“Fiori e sapori” a Milano ci ha fatto scoprire anche come i fiori non siano solo ornamenti e omaggi, ma delizie per il palato capaci di arricchire le nostre doti culinarie.

Gamberetti, mele e rose

Far scaldare 1/4 di spumante secco e versarlo in una ciotola sopra una grossa manciata di petali di rosa e lasciar riposare un paio d’ore. Filtrare e far scaldare ancora lo spumante, sciogliervi 6 grammi di colla di pesce ammollata e poi strizzata. Far lessare in meta’ acqua e meta’ vino bianco secco una ventina di gamberetti, scolarli e sgusciarli. Sbucciare e privare del torsolo una piccola mela renetta; tagliarla a piccoli dadini. Distribuire in 4 coppette di vetro i gamberi, le mele e i petali di rosa. Ricoprire con il vino gelatinato e riporre in frigo alcune ore. Preparare ora una salsina con 2 vasetti di yogurt magro, sale, pepe rosa macinato al momento, un pezzetto di scalogna tritato finissimo con 2 foglie di menta. Servire insieme.

Risotto con roselline

Tagliare a fettine sottilissime e 100 grammi di funghi champignons freschi dopo averli accuratamente puliti. In una padella sciogliere 25 grammi di burro, unire 2 cucchiai di olio e gettarvi la cipolla e i funghi a rosolare leggermente. Aggiungere 300 grammi di riso e fare insaporire. Bagnare il riso con mezzo bicchiere di spumante secco (o Champagne!), fare evaporare poi coprire con brodo di pollo caldo. Far cuocere, a fuoco medio, per 10 minuti versando man mano altro brodo, se necessario. A questo punto unire al riso due belle manciate di petali di rosa canina (precedentemente lavati), mescolare e proseguire la cottura ancora per 7 o 8 minuti poi spegnere. Tritare 2 o 3 steli di erba cipollina e unirli al riso. Per ultimo incorporare alcune cucchiaiate di panna e di parmigiano. Servire.

Aceto alle rose

Utilizzare rose non trattate con antiparassitari, sane, non completamente sbocciate e profumate. Eliminare dalla base di ciascun petalo la parte bianca (amara) e sciacquare delicatamente i petali in abbondante acqua. Allargarli su un telo ad asciugare bene. In un vaso perfettamente pulito ed asciutto, mettere 100 grammi di petali e coprirli con un litro di aceto di vino bianco. Chiudere bene e riporre il vaso in un luogo fresco e buio per 15 giorni. Trascorso questo periodo filtrare attraverso una garza o un colino molto fitto.

Crostata di rose

Lavorare 250 grammi di farina bianca con 150 grammi di burro ammorbidito a temperatura ambiente, poi unire 70 grammi di zucchero, 2 tuorli d’uovo e mezza bustina di lievito. Lavorare la pasta il meno possibile perché col calore della mani tende a sbriciolarsi. Farne una palla, avvolgerla in un panno e metterla a riposare per circa un’ora in frigorifero. Trascorso tale periodo, distendere la pasta, col mattarello, fino ad uno spessore di mezzo centimetro. Ricavarne un disco con cui foderare una tortiera imburrata ed infarinata. Distribuire in modo uniforme la marmellata di rose (vedi ricetta). Con i ritagli di pasta fare delle striscioline da disporre a griglia sulla torta. Mettere in forno a 200° e far cuocere per circa 30 minuti. Decorare con petali.

Marmellata di rose

Occorrente: 1 chilo di petali di rosa più un’altra rosa, 500 grammi di zucchero, il succo di un limone e una mela un po’ acerba. Tagliare a pezzi la mela lasciando semi e buccia e farla cuocere con 7 dl di acqua, a fuoco dolce e coperto, finchè sara’ quasi spappolata. Scolare il liquido e buttarvi meta’ dei petali di rosa lasciandoli a macerare per 2 ore. Scolare di nuovo il liquido, metterlo in una pentola e aggiungere lo zucchero. Far bollire a fiamma bassa finchè lo zucchero si sia completamente sciolto. Unire il succo di limone e rimanenti petali; continuare la cottura finchè la marmellata ha raggiunto la giusta consistenza. Per capirlo si prende un cucchiaio di composto, lo si mette su in piattino gelato e si aspetta qualche minuto per vedere come si addensa. Unire i petali della rosa, mescolare e invasare.

 

Fiori e Sapori a Milano

unnamed-3 (1).jpg

Ogni anno nel ad Aprile ed Ottobre sulle sponde del Naviglio Grande a Milano ha luogo questa importante esposizione di piante, fiori e attrezzature da giardino.

Fiori e sapori pspita più di 200 florovivaisti provenienti da tutta Italia e molte scuole di floricoltura e bancarelle con i sapori della primavera – autunno. Ogni espositore è impegnato ad allestire scenograficamente il suo spazio in modo da creare un effetto cromatico spettacolare nella nostra città.

La bellissima antica cornice del Naviglio Grande crea un impatto visivo indimenticabile che rende la visita a questa manifestazione un’esperienza davvero speciale, un trionfo di suggestioni visive, un appuntamento d’obbligo per tutti gli amanti della natura, del gusto e del bello.

Splendide piante, ortaggi, fiori, prodotti per il benessere e cibi naturali vengono esposti evocando sapori e colori che ispirano. Inoltre i negozi e gli atelier d’arte presenti in zona rimangono aperti tutto il giorno a disposizione dei sempre più numerosi visitatori che affollano le strade del Naviglio Grande e dintorni.